Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

LETTERA AD UN SACERDOTE - Considerazioni su un inganno durato cinquant'anni.

Dominus pars hereditatis meae et calicis mei:
tu es qui restitues hereditem meam mihi.

Lo so che ti senti giudicato, quando critico il Concilio. É come se parlassi male di qualcosa che ti riguarda da vicino, perché tu quel Concilio l’hai vissuto, ne hai respirato l’aria, ne hai condiviso le attese e le speranze. Perché tu, come tanti altri sacerdoti, sei stato formato alla scuola del Vaticano II, hai imparato a celebrarne i riti, ne hai studiato i documenti. Quel Concilio ti ha plasmato, ha fornito le risposte alle domande dei tuoi fedeli, ha costituito materia di meditazione per i tuoi Esercizi Spirituali, è stato il tema di conferenze in Curia, lezioni in Seminario, discussioni tra confratelli.
E poi quel Concilio è stato promulgato dalla Chiesa, ha segnato la sua storia recente, ha rappresentato un’apertura al mondo ed una sfida per l’evangelizzazione. A quel Concilio erano presenti i Vescovi di tutto il mondo, i Cardinali delle Congregazioni Romane, teologi, moralisti, canonisti. Tut…

Ultimi post

NUOVE ERESIE E BESTEMMIE CONTRO IL SANTISSIMO SACRAMENTO: un docente di Teologia Sacramentaria nega la Transustanziazione e paragona la Ss.ma Eucaristia ad un bottone o ad un biglietto dell'autobus.

Un'altra aberrazione dell'eretico don Fredo Olivero: l'arbitraria modifica delle parole della Consacrazione rende invalida la Messa!

ULTIM'ORA - Precisazioni di Santa Marta a seguito della notizia relativa a "lecca-lecca" con l'effigie di Papa Francesco

Una mattina di inizio anno in Campo dei Fiori: consolazioni di un vecchio prete

Fratello errore e sorella apostasia - L'eretico don Fredo Olivero cancella il Credo alla Messa di Natale

La Rivoluzione e le rivoluzioni: analisi ed analogie con la crisi presente